“Orfani (in)visibili. Quale tutela per i figli e le figlie vittime di femminicidio”: Unife 30 novembre

Si terrà il 30 novembre, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università di Ferrara, dalle 9.30 alle 12.30, il seminario dal titolo “Orfani (in)visibili. L’impegno delle istituzioni a tutela dei figli e delle figlie vittime di femminicidio”. “L’evento intende richiamare l’attenzione sulle vittime che  il femminicidio porta con sé, vale a dire i figli delle madri uccise, che hanno perso un genitore per mano dell’altro e si ritrovano catapultati improvvisamente in un contesto sociale a volte estraneo. Sono bambini e ragazzi che non solo devono affrontare il dolore della perdita della madre e a volte anche del padre,  ma anche un profondo cambiamento della loro vita quotidiana”, dice la Prorettrice alla diversità, equità e inclusione di Unife, Tamara Zappaterra.

Le istituzioni educative, i servizi sociali e psicologici, le forze dell’ordine e quelle giudiziarie devono coordinare i loro interventi perché le scelte che si attuano nei confronti di questi ragazzi siano indirizzate ad acquistare un benessere psicofisico, spesso mai conosciuto, e favoriscano la costruzione della loro identità e della loro autonomia.    
L’iniziativa è organizzata da Unife Inclusiva, dal Comitato Unico di Garanzia di Unife e dal Centro Teatro Universitario (CTU) e prevede i saluti istituzionali di Laura Ramaciotti, Rettrice dell’Università di Ferrara, Tamara Zappaterra, Prorettrice alla diversità, equità e inclusione di Unife, Dorota Kusiak, Assessora alla Pubblica Istruzione e Formazione, Pari Opportunità, Politiche Familiari del Comune di Ferrara, Annalisa Felletti, Consigliera di parità della Provincia di Ferrara, Laura Caleffi, Vice-Presidente del Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Ferrara, Paola Castagnotto, Centro Donna Giustizia di Ferrara, Stefania Guglielmi, Unione Donne in Italia (UDI) Ferrara, Dalia Bighinati, Fare Diritti Ferrara. Introduce Roberta Russo, Presidente Comitati Unici di Garanzia (CUG) di Unife, mentre a modera Eleonora Federici, Presidente del Consiglio di parità di Unife. L’incontro prevede la testimonianza di Pasquale Guadagno, ragazzo autore del volume “Ovunque tu sia, Europa Edizioni, Roma 2022, in cui narra la propria rinascita dopo il femminicidio della madre. Un’occasione per scorgere punti di forza e di debolezza della rete istituzionale che deve tutelare i diritti fondamentali dell’infanzia e dell’adolescenza. La testimonianza vede anche la presenza di Tiziana Moccia, Social media manager e fotografa ed è accompagnata dall’interpretazione di brani tratti dal libro da parte di Mara Vincenzi, allieva del Centro Teatro Universitario.

L’iniziativa è trasmessa anche in diretta streaming.

0 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe anche interessarti

In nome di Ipazia

Incontro al Centro studi Bassaniani Presentazione libraria al Centro Studi Bassaniani Giovedì 28 settembre 2023, ore 17, via…